ABOUT ME

 

IL MIO MODO DI VEDERE E RACCONTARE STORIE

Riminese di nascita e formazione, dopo essermi diplomato all’Accademia di Belle Arti di Ravenna mi interesso sempre più al mondo della fotografia. Per cui mi muovo, fotografo, sperimento, mi interesso a generi fotografici anche molto diversi tra di loro, con un unico comune denominatore: il racconto, un filo logico (ma neanche tanto) e cronologico che caratterizzi la storia e le immagini che sto fotografando.

Ed ecco l’incontro con la fotografia di matrimonio. Un genere importante, per molti un genere di serie B. Niente di più sbagliato. Navigando su internet, partecipando a workshop fotografici, vengo a conoscenza di una fotografia di matrimonio completamente diversa da quella che, da 30 anni a questa parte, ci hanno abituato a vedere. Fotografi che non hanno paura a mostrare uno stile diverso, meno commerciale, ma sicuramente più completo, diventano la mia fonte d’ispirazione, un esempio da seguire.

Se si vuole raccontare una storia, un racconto reale di vita quotidiana, è necessario partire sempre da un’idea ben precisa. I miei lavori partono molte settimane prima dell’evento stesso, conoscendo gli sposi e incontrandosi anche più volte, perché credo fermamente nel fatto che il primo incontro (ma anche il secondo, il terzo…) sia fondamentale per raggiungere quell’alchimia che deve durare fino al giorno del matrimonio e oltre.

Credo che la qualità di un servizio fotografico di matrimonio non debba basarsi solo un singoli scatti, sebbene d’impatto. Nei miei racconti, infatti, non ci troverete mai singole immagini così “potenti” da vincere premi o quant’altro. Voglio solo raccontare una storia, la vostra, fatta di persone, ambienti e oggetti. Sono i dettagli , infatti, che arricchiscono e rendono unico un racconto. Le decorazioni, gli abiti, i fiori ma anche tutto quello che si trova nelle vostre case DEVE far parte della storia del vostro matrimonio.

Io documenterò tutto questo, da semplice osservatore, lasciandomi ispirare da voi e dalle vostre emozioni.

Niccolò Zanobbi, Fotografo di matrimonio, Italia.

 

MY WAY TO SEE AND TELL STORIES

Born and educated in Rimini, after graduating at School of Fine Arts in Ravenna, i got more and more into photography world. So i Kept on movin’, i take pics, i test and i grew fond of several photo genres with a common denominator: a story, a fil rouge – actually not necessary! – and a timeline that characterize my tale and the pictures i take.

Here we are! The meeting with wedding photography. An important photo genre, sometimes a “second class” job. Nothing more wrong. Surfing the net and getting involved in photo workshops, i realized that there’s a wedding photography world which is completely different from the one we’ve seen during the last 30 years. Photographers are not afraid to show a personal and different style, a less commercial but definitely more complete one; those artists became my source of inspiration and an example to be followed.

If we would like to tell a story, i mean a true tale of ordinary life, we should always start with a precise idea. My work starts several weeks before the event by meeting the couple over and over; i strongly believe that the first approach – but also the second and the third one… – is fundamental to reach such alchemy that will last until the wedding and beyond.

I believe that the quality of a wedding photo shooting is not based only on single shots, even if they’re high-impact ones. Indeed, in my tales you’ll never find single shots that would be so “strong” to win awards or whatever. I just wanna tell a story, i mean “your” story made up of people, environments and stuffs. Details enhance and make a tale unique. Trimmings, clothing, flowers and everything inside your places MUST be a part of your wedding story.

I’ll shoot all that, such as simple observer, letting you inspire me and trying to feel your emotions.

Niccolò Zanobbi, wedding photographer, Italy.